Visualizzazioni totali

lunedì 16 gennaio 2017

Is foghidonis 2017


Anche quest'anno Sadali non poteva mancare al suo appuntamento annuale dei fuochi di Sant'Antonio e San Sebastiano.
La manifestazione programmata per sabato 21 gennaio 2017  si terrà nel centro storico del paese, scenario suggestivo per l'accensione ed i festeggiamenti.


Qui di seguito sul link potrete avere maggiori e dettagliate informazioni sul programma della manifestazione con tutti i riferimenti telefonici a cui potete rivolgervi per prenotare anche lo spettacolo teatrale nelle grotte Is Janas di Sadali.
https://www.facebook.com/events/273351039748286/


Chissà che il tempo non vi venga incontro, anzi la neve ed il freddo non vi aspettino per questo fine settimana!

Infatti questi giorni nevica e fa freddo, uno strato di 10-15 centimetri ha già imbiancato il territorio di Sadali e dei paesi limitrofi donando alla popolazione e al paese una bellissima immagine innevata e suggestiva.

 
 






Che aspettate quindi, organizzatevi e venite a Sadali a festeggiare.
Vi aspettiamo numerosi!!!

mercoledì 30 novembre 2016

Casa Podda: finalmente l'inaugurazione!



Nello scorso ottobre si è svolta finalmente l'inaugurazione dello stabile storico denominato Casa Podda.


Dico finalmente perché sono passate amministrazioni diverse ed anni da quando gli eredi della signorina Bruna Podda hanno deciso di donare lo stabile per la realizzazione del museo della famiglia e dei locali annessi.



Ora dopo tanti anni e tanti soldi occorsi alla sua sistemazione, la casa apre le porte e mostra gli spazi e camere dove si svolgeva la vita della famiglia Podda-Pilia.






L'evento ha riunito a se oltre ai rappresentanti delle istituzioni locali, della regione e vari,

la comunità che curiosa attendeva finalmente di rivedere, per coloro che già la conoscevano, ma scoprire per i nuovi, una casa entrata nella leggenda del paese.

E si, perché era una casa padronale, dei ricchi del paese dove i miserabili concittadini potevano solamente guardare, fare da sguatteri e ricevere un tozzo di pane.
Personalmente non ci ho mai trovato niente di fantastico, ho ascoltato le narrazioni della gente e dei pochi eventi, ma è anche vero che non vivendo la comunità fin da piccola non posso certamente capirne le dinamiche.
Sono nata nel 1963 e nonostante sia una donna di mezzaetà sono troppo giovane per capire come si viveva agli inizi del 1900, dove le precarie condizioni igieniche di vita e di lavoro lasciavano la gente sull'orlo della sopravvivenza. Come ora, anche allora, chi era ricco decideva e dettava le regole. Questa è la storia cari miei!


Ma lasciamo le riflessioni da parte, apriamo le porte della casa e accogliamo i visitatori........si nella speranza di incontrarli questi visitatori!!! Mi auguro che in breve tempo l'amministrazione trovi il soggetto giusto che con grande professionalità trasformi la casa in quel museo che gli eredi si aspettano e che la comunità partecipi attivamente alla rinascita turistica di un paese che lentamente muore sia sotto il profilo economico-sociale che turistico.


martedì 4 ottobre 2016

Invisible space- Viaggio nelle città invisibili di I. Calvino

 
 
A distanza di qualche giorno trovo il tempo di scrivere due righe sullo spettacolo di teatro sensoriale andato in scena lo scorso 18 settembre 2016 qui a Sadali.


L'associazione Raccontamela Ancora di cui faccio parte, a quattro anni di distanza dalla prima edizione  ha deciso di ripetere la magica esperienza e riproporre lo spettacolo in una nuova location, precisamente il centro storico del comune.






 La nostra prima esperienza andò in scena nel bosco delle grotte, magico anch'esso ma totalmente differente dalla nuova location.
Che dire......meraviglioso! La produzione a cura dell'ASMED e la regia di Karim Galici ha dato il tocco finale al lavoro messo in scena dalle nostre socie e collaboratori.
Angoli, spiazzi, lavatoi, porticati, cavità, cascata e ruscelli, vecchi uffici, alberi etc.
 









hanno ospitato le magiche città a cui ci siamo ispirati con la lettura del libro "Le città invisibili" di Italo Calvino. La competenza, pazienza e presenza costante  di Karim ci ha assistito in ogni momento permettendoci di realizzare un sensazionale e sensitivo spettacolo. Tutte le città visitate avvolgevano il viaggiatore con fragranze diverse donateci dall'azienda locale Fragus e saboris de Sardigna.
Una nuova interpretazione del celebre romanzo di Calvino dove il protagonista è stato lo spettatore/viaggiatore.


Uno spettacolo in cui il pubblico attraversa le città invisibili di Calvino; le città sono luogo di incontro e di scambio, non solo di merci ma anche di ricordi pensieri e sentimenti.

Un approccio al teatro che cerca la riscoperta delle nostre emozioni più profonde.





 
Ultima tappa la taverna, anch'essa luogo di incontro, scambio di opinioni, dove davanti ad una tisana speziata si invitava a condividere le emozioni del viaggio intrapreso.

 
Ad accompagnarci in questi giorni di laboratorio ed esito finale, la nostra ingombrante mascotte di nome TAMA,

 
la bambina pelosa di Sebastian e Lucrezia.



"D'una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che da a una tua domanda" - Italo Calvino -

Le foto pubblicate, alcune sono di Giuseppe Carta  https://giuseppecartablog.wordpress.com/2016/09/21/invisible-space-viaggio-nelle-citta-invisibili-regia-di-karim-galici/e le altre mie.
Si ringrazia tutti per la collaborazione.